Senso di vuoto

Questa poesia è stata scritta molto tempo fa ed è su consiglio di un amico  che ho deciso di postarla qui stasera.

Senso di vuoto, dolore.
Dolore che paralizza le membra, dolore che rende incapace di pensare, dolore e null’altro che dolore.
Vago immerso in uno straziante senso di solitudine, vago immerso nel dolore, circondato da null’altro che candida, splendente neve che come l’indifferenza lentamente mi abbraccia, mi intorpidisce.
Sono partito cercando qualcosa, non ricordo cosa, e ho perso la via di casa.
Ah la casa, sì la ricordo, così calda e accogliente ove ciò che pareva una tempesta in realtà non era altro che leggera pioggiarellina.
Casa. Tana. Rifugio. Maniero. Casolare. Non ne esiste uno uguale.
A render unica la casa sono i ricordi. Ricordi legati alle persone che ami.
Eppure anche quella è andata persa.
Vago ormai senza meta, chiudo gli occhi e vedo facce che ormai credevo dimenticate, facce che desideravo mirar ancora una volta, mi abbandono, finalmente sono tornato a casa.

Lascia un commento

Archiviato in Narrativa e poesia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...