In Un Freddo Pomeriggio Di Gennaio

Strappato via dal mio stato d’apatia vacanziera mi son trovato, soprattutto questo pomeriggio, a riflettere, o meglio a ricordare.

Vagando tra gli svariati ricordi ho avuto modo di soffermarmi su poche particolari figure e pochi avvenimenti.

Passando in rassegna gli ultimi tre o quattro anni, ci sono quattro figure femminili di spicco nella mia vita, ragazze che in un modo o nell’altro si erano rivelate un enorme punto di domanda e per molti aspetti lo sono tuttora. Persone, loro, che nel bene e nel male mi sono state vicine. Così come, io, gli sono stato vicino per quanto mi fosse possibile.

Mi sono ritrovato spesso e volentieri a fare un paragone tra loro e nonostante alcune minime somiglianze a livello fisico-caratteriale, si rivelano tutte molto diverse.  Tutte e quattro, è innegabile, mi affascinavano e ancora oggi mi affascinano, diciamo quindi che in ognuna di loro vedevo qualcosa del mio irraggiungibile (e quasi utopistico) “modello di donna tipo”. La componente estetica, la complicatezza che le contraddistingueva, il sottile senso dell’ironia, l’intelligenza e l’arguzia erano più o meno presenti in tutte e quattro, in modo più o meno spiccato a seconda della persona. E tre di queste persone hanno in comune il fatto di appartenere al mio passato e non al presente.

Sempre riguardo a una di queste ragazze mi lascia confuso l’ancora presente vago e nostalgico  sentore che la sua personalità esercita su di me.

Un’altra  ragazza invece si è rilevata importante per la mia attività di “scrittore” (virgolettato perché non mi considero uno scrittore), infatti era sotto sue pressioni che continuai il racconto iniziato in quel periodo, e in seguito abbandonato, con continuità.

Attività che comunque non si è mai interrotta del tutto e che mi ha portato con risultati alterni a scrivere prima sul blog di windows live messenger e poi qui su WordPress.  Wordpress che è servito per vari esperimenti (alcuni riusciti e altri meno) che sfruttavano le mie (discutibili) capacità di blogger.

Tralasciando l’aspetto sentimentale e compositivo passerei agli avvenimenti e lo faccio sfruttando questa mia riflessione:  “Chi dice che anche se potesse tornare indietro non cambierebbe nulla è un ottimo bugiardo. In primis inganna se stesso e poi gli altri.”.

Io fino a poco tempo fa ero una di quelle persone, convinte di non voler cambiare nulla, eppure con occhio maggiormente critico e con un po’ più di maturità (cinismo?) ammetto di aver buttato nel cesso un sacco di occasioni e di aver tirato lo sciacquone senza nemmeno pensarci su troppo. Opportunità di lavoro buttate via, opportunità nella vita non sfruttate o ancora il non aver sfruttato a pieno le mie capacità.

Errori questi che, difficilmente, si possono rimediare. Opportunità quelle perse che avrebbero potuto rendermi una persona diversa (non è detto migliore) con conoscenze e personalità differenti. D’altronde ad ogni scelta equivale una rinuncia e in quei momenti, probabilmente, la scelta fatta mi pareva la migliore o la più conveniente. Cosa che col senno di poi o con gli attuali punti di vista si è rivelata erronea. Ma ormai è passato.

Il presente, come già detto all’inizio, è un apatico susseguirsi dei giorni finali delle vacanze natalizie interrotto dai compiti delle vacanze. Compiti delle vacanze che mi hanno fatto realizzare che anche questa (dis)avventura, che è la scuola,  sia ormai giunta alla conclusione.

Questa cosa mi ha portato, finalmente, a decidere del mio futuro. E la strada che ho deciso di intraprendere, per quanto lunga e tortuosa sarà, è Giurisprudenza. Ovviamente se verranno raggiunti i risultati sperati. Altrimenti, nel caso di mancanza di risultati e/o voglia di andare all’università, il mondo del lavoro avrà un disoccupato in più.

Se in futuro mi aspetta un bivio da cui dipenderà il resto della mia vita, il presente è apaticamente statico, non mi resta che fare come il Leopardi, perché “il naufragar m’è dolce in questo mare” di ricordi.

3 commenti

Archiviato in Diario

3 risposte a “In Un Freddo Pomeriggio Di Gennaio

  1. Giurisprudenza. Dovrai scegliere un modello da seguire. A me piace Ally McBeal. Magari la gonnella ti sta pure bene🙂 E i bagni unisex.

  2. Ciro, vai a comprare 30 chili di tritolo a papà dai..

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...