Incontro inaspettato sul treno

In questa nevosa giornata di marzo, la mia classe è stata in gita a Milano per ascoltare ciò che aveva da raccontare una delle superstiti al olocausto.

Per raggiungere il luogo ovviamente abbiamo dovuto utilizzare un mezzo di trasporto che centinaia di migliaia di italiani prendono tutti i giorni: il treno.

Trovo molto affascinanti i viaggi in treno, infatti, su quei vagoni si incrociano storie di persone completamente differenti, sia per età, sia per idee, sia per ceto sociale. E a volte, quando si è disposti a prestare attenzione a chi ci circonda, può capitare anche di fare incontri interessanti.

Se il viaggio dell’andata rimane un viaggio non particolarmente degno di nota, il viaggio di ritorno, al contrario ha ripagato a pieno questa mia attenzione.

Non che abbia avuto molta scelta dato che la mia attenzione è stata completamente catturata da una ragazza sedutasi davanti al mio compagno. Una perfetta sconosciuta dai capelli corvini e dagli occhi azzurri. Occhi che verso la pupilla prendevano una sfumatura indefinita.

Si è seduta lì, dopo aver ottenuto la conferma che il posto fosse libero, quasi con noncuranza, non degnandomi nemmeno di uno sguardo. Il mio sguardo, invece, si posava sempre su di lei in modo discreto.

Dopo qualche minuto lei tirò fuori un paio di cuffiette per il cellulare e se le mise. Poco dopo, trovai una buona idea fare lo stesso. Mentre la voce di Dani Filth mi accompagnava, mi soffermai nuovamente a osservare la ragazza.

Indossava un paio di scarpe bianche (probabilmente adidas), un paio di jeans e una giacca grigia, una borsa nera e sull’affusolato dito indice della mano destra portava un anello, probabilmente della Breil. Le unghie erano ben curate, lunghe e senza smalto. Sul viso invece risaltava il trucco intorno agli occhi, scuro, in netto contrasto con il limpido azzurro dell’iride e in perfetto accordo con i capelli. Le labbra erano piccole e armoniose, a forma di cuore, con un leggero strato di lucida labbra.

Ogni tanto tossicchiava leggermente, poi tornava a concentrarsi sul cellulare.

Mi accorsi che mi guardava casualmente, mentre rialzavo gli occhi dal giornale della mia vicina. Appena incrociati, i nostri sguardi, si distolsero l’uno dall’altro, imbarazzati. Per tutta la durata del viaggio questo scambio di sguardi è continuato.

Dopo aver ricevuto/fatto (non saprei dire con precisione, dato che indossavo le cuffiette) una telefonata aveva preso a mordicchiare nervosamente il filo delle cuffie, come per rilassarsi e nel frattempo il gioco di sguardi s’era fatto più intenso.

Oramai ci guardavamo apertamente l’un l’altra, sarebbe stata questione di istanti, probabilmente, prima di rivolgersi la parola ma poi arrivò la fermata a cui sarebbe dovuta scendere.

E’ scesa a Paderno e il mio sguardo ha cercato di seguirla, inseguirla ma la neve fitta e il treno in movimento m’hanno costretto a dirle addio, per sempre, con un’ultima immagine indelebile nella mia mente: i suoi splendenti occhi di un azzurro glaciale.

4 commenti

Archiviato in Varie ed Eventuali

4 risposte a “Incontro inaspettato sul treno

  1. Fa’ la prima mossa, Nameless, o sarai per sempre Moveless.

    Quasi mi dispiace rovinare quest’atmosfera incantata parlandoti del tizio che ha urinato in treno davanti a tutti come fosse normale.

    • Non volevo fare la prima mossa, non volevo fare nessuna mossa, era un flirtare innocente
      Eh….Oh, il puzzo di piscio era presente in metropolitana, ma ho preferito omettere certi dettagli…Stavo per vomitare.

  2. Daniela

    La cosa peggiore probabilmente l’ho vista io: una vecchia che si alza la gonna e si abbassa i mutandoni per urinare nel bel mezzo di una piazza.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...