5 risposte a “Coerenza, questa sconosciuta

  1. Cosa vorresti aspettarti da una cultura del dialogo che predilige la lite e gli insulti anche nei salotti televisivi? La gente recepisce che quello inaugurato da Sgarbi tempo fa – ovvero il dileggio personale – sia il modo giusto di controbattere ad una tesi che non si condivide.
    I giornalisti poi, con la coda di paglia, quando il dibattito si muta in rissa, ci godono e non li vedo pronti ad intervenire per sedare gli animi.
    Non esiste ormai dialettica se non quella degli insulti. Sintomatico che ci sia cascato anche Dalema (fin qui abbottonato nella sua albagìa da essere intellettualmente superiore).
    Di attacchi come quello che riporti sono pieni i forum, i blog e quant’altro. A persone intelligenti questo fatto può essere una scusa per disertare qualunque discussione. A torto a mio avviso.
    Purtroppo occorre turarsi il naso e procedere, come camminassimo in un lunghissimo viale di immondezza.
    Il silenzio sarebbe certo più adatto, ma non ugualmente giusto.

    • Ma in effetti, non mi aspetto chissà che dalla stragrande maggioranza delle persone e sicuramente non mi tirerò indietro dall’affrontare i più disperati discorsi su qualsiasi argomento senza, nei limiti del possibile, cadere nel volgare.
      Se si dovrà procedere procederemo, ma saranno sempre meno quelli che riusciranno ad avanzare, se la mentalità delle persone, della massa non cambierà.
      Comunque mi fa piacere che tu abbia apprezzato questo post.

  2. Qualunque resistenza alla barbaria imperante merita un plauso. Nel mio caso una sincera offerta di comprensione e di stima.

  3. …Scivola…
    Faccio un saluto a Taricone,personaggio che conoscevo pochissimo,personaggio del grande circo mediatico che tiene per le palle l’inebetito e anche inebetente uomo medio.
    Il saluto con ricordo è dovuto, xkè Taricone fa parte della mia tribù ancora ora,quella dei paracadutisti.

  4. senza nome

    “Chi e’ causa dei propri mali pianga se stesso”.
    C’e’ gente che muore di tumore a 26 anni, lascia figli piccoli non per propria volonta’, e passa le pene dell’inferno.
    Taricone,ben gli sta! E’stato un grande EGOISTA!
    Come sua moglie, sapevano benissimo di avere una bimba piccola da crescere. Quando sai di voler fare il paracadudista ne’ ti sposi e tanto meno metti al mondo un figlio. Non si fanno i figli solo per soddisfare i propri appetiti sessuali e tanto meno per soddisfare egoisticamente il proprio istinto materno. I dottori avevano detto a mio padre:”perche’ hai messo 4 figli al mondo, quando sapevi benissimo di essere malato di cuore? E adesso non ti vuoi neanche operare…”.
    Cara mogliettina di Taricone, adesso pensa un po’ a tua figlia, per un attimo…e non andare a piangere nelle braccia di un altro “Taricone”.
    CHI E’ CAUSA DEI PROPRI MALI, PIANGA SE STESSO.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...