E poi…È arrivato Ettore.

No, fanciulli, tranquilli le vostre virtù anali sono ancora al sicuro dalla mia mefitica presenza, non sono diventato gay(o) tutto d’un colpo. (Porch)Ettore è il mio (cote)cane. Quindi logica vorrebbe che io vi parlassi di quella bestiola dallo sguardo inquietante e dai dentini aguzzi pronti a stringersi intorno alle caviglie dell’incauta persona che non si degnasse di cagarlo (e anche di tutti gli altri). Ma, come ben avrete capito, su questo blog la logica vale quanto un due di bastoni quando di briscola c’è denari, quindi vi parlerò di tutt’altro.

Bene, fatta questa bellissima introduzione, non so cosa scrivere. Quindi farò un po’ di considerazioni sparse e, ovviamente, del tutto a caso.

0) Piove, Governo Ladro. Questa mattina, svegliatomi alle otto e mezza, ho aperto la finestra e ho visto il cielo grigio. Il vento soffiava, agitando le fronde degli alberi. E cos’è stata la prima cosa che ho pensato? Vi do un aiutino, sicuramente non è stata “Uau…Che spettacolo”. No, assolutamente no. È stato più qualcosa del genere “Ma porco odino, non poteva piovere settimana scorsa?” La domanda è ovviamente retorica. Perché proprio settimana scorsa? Semplice: non avevo una beata minchia da fare. Questa settimana invece devo andare a Milano ad incontrare gli amici, devo uscire a cena con altri amici. Insomma, il tempo interferisce in modo più o meno consistente con la mia vita sociale. In definitiva, tutte ste righe servono a dire: Stupida pioggia.

1) Domani, per l’appunto, dovrei andare in quel di Milano (tempo permettendo) ad incontrare un amico emigrato in Norvegia e rientrato in Italia per le vacanze di Pasqua e la sua scandinava ragazza. Dovrò parlare in inglese, anche se la possibilità di esprimermi a gesti, grugniti e bestemmie non mi pare una prospettiva così brutta o non fattibile. Non che non sappia l’inglese (anche se sto facendo di tutto per rimuoverlo), semplicemente non c’ho sbatta di parlarlo. D’altro canto non sarebbe carino emarginare la fanciullina con un artifizio linguistico (in questo caso sarebbe “parlare in italiano”) da discussioni noiose e senza senso su argomenti che potrebbero interessare:

a) I vecchi
b) I nerd
c) I fumettari
d) Altri malati/rifiuti della società/persone con un piede nella fossa

Tra l’altro devo pure comprare un libro a mia sorella e capirete che è una cosa pallosa assai.

1) I blogger. Non mi sono mai reso conto che avere un blog fosse “alla moda”, fino a ieri. Ma a quanto pare tutti ne hanno uno e hanno un sacco di cose da dire. E sono cose semi-serie, mica le mie cose a caso. Essere un blogger è diventato quasi un lavoro (oltre che uno status). Questa scoperta scioccante è stata fatta, per l’appunto, ieri sera mentre cazzeggiando tra i vari blog di wordpress, casualmente ho notato questo “boom”. Che poi, onestamente, non capisco cosa ci sia di così pheego nell’avere un blog. Prima era una cosa da “We are the 1%”, adesso è una cosa da “We are the 99%”. Non che sia per forza un male, eh…Semplicemente boh, non capisco l’utilità del’avere un blog.
Alla legittima domanda “E tu che cazzo ce l’hai a fare un blog se li ritieni inutili?” La risposta sarebbe “Semplice, mio caro amico, sono attratto dalle cose tremendamente inutili.” Insomma, io sto coso (non io Coso, coso il blog) ce l’ho da tempo immemore…Prima che fosse di moda e già allora faticavo a capirne l’utilità. Certo posso scriverci quello che voglio (e lo sto facendo), posso sentirmi uno scrittore cazzosissimo (ma non è il mio caso), posso pensare d’esser brillante (come una lampadina fulminata), o addirittura credere d’esser simpatico (come due dita negli occhi quando mi sveglio dopo una sbronza, con un mal di testa da record) ma in definitiva, non serve ad un cazzo, avere un blog.

2) Cazzabubbolo: penso che questa parola sia bellissima. Dovevo inserirla in questo elenco per forza. Tra l’altro questa sarebbe di diritto una citazione colta e ricercata proveniente da una puntata dei Griffin (non mi ricordo quale) in cui Stewie scrive questa bellissima parola sul muro. Cosa potete voler di più dalla vita? (Non rispondete, non è necessario…Sul serio)

3) Dragon Ball: occhei, sicuramente ha fatto crescere milioni e milioni di ragazzi in tutto il mondo…Ma adesso basta! Mediaset, per favore, non trasmetterlo più per un po’. Manda cartoni più fighi e moar underground…Rimanda i Cavalieri dello Zodiaco piuttosto, ma basta Dragon Ball. Non se ne può più…E lo dico io che sono un fan di quelli che hanno comprato pure due giochi per la playstation (che poi è morta, non so se per i giochi in sé oppure perché ha fatto un paio di voli e la rotellina del giradischi è un po’ stinfia…Ma mi piace credere che ora sia nel paradiso delle consolle) : non se ne può più. Facci vedere qualcos’altro. Ti prego!

5) Uh, vabbè, parliamo anche di Porchettore, va là. Cos’è Porchettore? Porchettore è l’unico esemplare al mondo di cotecane. È talmente cicciotto che non corre, ma saltella in giro per il giardino. A parte la sua cicciosità, la caratteristica peculiare di questa bestiaccia è lo sguardo da psicopatico che ti regala ogni volta che può. Questo sguardo è qualcosa del genere: o.O.
Voi direte “embè?” embè un cazzo, lo sta facendo un cane. Sorry, un cotecane. Tra l’altro ha il bruttissimo vizio di bloccarti la caviglia morsicandotela e tenendola ferma con le zampe. È chiaro che a prima vista possa sembrare una cosa dolce e carina, ma non lo è assolutamente. Siete di fretta? A lui non frega un cazzo, vi blocca e vi obbliga ad accarezzarlo. Una volta che l’avete accarezzato vi lascerà andare? Manco per le palle. Se, invece, doveste decidere (saviamente) di ignorarlo vi ritrovereste a camminare con lui che…Striscia per terra alle vostre spalle mentre vi tiene la caviglia bloccata o, almeno, ci prova. Insomma…Come dire…Non c’è nessuno che lo voglia? Ve lo spedisco per posta…È un cane bravissimo, a parte il fatto che non faccia la guardia ed elemosini carezze da chiunque, tralasciando gli sguardi da psicopatico e la sua mordacità, è una cane che tutti vorrebbero avere…E potrebbe essere vostro. Non lasciatevelo scappare!

8) Il PD stacca il PdL. Ora, io penso che sia una cosa fighissima avere un governo tecnico che, per quanto in modo poco equo, le cose le fa in modo preciso e coinciso. Se permettete, però, mi viene la depressione a pensare che Bersani, un giorno non troppo lontano, potrebbe essere il Presidente del Consiglio. Per carità, è pur sempre meglio del Nano, ma stiamo parlando della Sinistra (o meglio del Centro-Sinistra) in Italia. La stessa sinistra che aveva il partito comunista più forte in Europa e non è riuscita a salire al governo, la stessa sinistra che quando è salita al governo è caduta per colpa di Mastella…Di Mastella, ma ci rendiamo conto? E noi dovremmo far governare un partito del genere? Quanto durerà? Cinque giorni? Una settimana? Si accettano scommesse.
N.B.: Il governo di D’Alema è stato volutamente lasciato fuori. Quello non conta…D’Alema non è un uomo di Sinistra, suvvia.
P.S.: Pierlu, sei tutti noi. Ed è proprio vero che quando piove, piove per tutti. Ed è anche vero che non siamo qui a smacchiare i giaguari.

13) Perché usare una numerazione del genere? (gli osservatori più attenti avranno già fatto il giusto collegamento e avranno capito che numerazione sto usando)
Risposta: Perché sono un inguaribile cazzone.

Pace & bene a tutti.

Cya.

E ricordatevi, c’è un Porchettore che vi aspetta.

3 commenti

Archiviato in Diario, Riflessioni, Varie ed Eventuali

3 risposte a “E poi…È arrivato Ettore.

  1. matteo baudone

    una carezza a porchettore da parte mia…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...