Inquietudine e altre buffe cose

Oggi è il primo giungo e questo segna un decisivo passo verso la stagione estiva, sempre più vicina. E, come sempre, è immancabile il mio post per poter dire “anche Giugno è sistemato”. Come ben avrete notato è da un po’ che non scrivo qui (il post sull’Eurovision non conta). Il motivo? Semplice: non avevo un assoluto cazzo da dire. Ora ho qualcosa da dire? Assolutamente no. Ma ormai sono arrivato a scrivere questa introduzione, quindi andrò avanti giusto per condividere il mio tedio quasi estivo con voi.

È da ieri che mi sento inquieto. Un’inquietudine strana derivante dalla necessità di fare qualcosa. Il problema di questa sensazione è, però, che abbia un oggetto indefinito. Quel “qualcosa” da fare non riesce a concretizzarsi in nulla di tangibile o conoscibile. Nonostante abbia tentato di fare più e più volte un resoconto delle cose da fare, nonostante abbia cercato di ricordare le urgenze che premevano per avere la mia attenzione, non ho cavato un ragno dal buco. Quest’inquietudine si è trasformata in un senso di disagio, noia e scazzo che ha rovinato la mia pace interiore. E il fatto che io continui ad accanirmici (perché è inevitabile che succeda) non fa altro che peggiorare il tutto, portando disordine in una situazione precisamente assestata nella routine e nel tram tram quotidiano. E, per quanto sia conscio di tutto ciò, non posso farne a meno. Per quanto sappia che questo mio insistere nella ricerca di questo “qualcosa” faccia più male che bene, non riesco a fermarmi. La mia mente torna sempre a battere su quel punto che lentamente, ma inesorabilmente, mi distrae da tutto il resto.

Eppure ce ne sono di cose a cui dovrei pensare, perché di cose ne succederanno parecchie tra stasera e domani. Innanzitutto, potrei concentrarmi sulla cena di stasera a “La Sidreria” in quel di Lambrate con alcuni amici (nonché colleghi staffi di un browsergame) o, per essere più precisi, a come arrivarci vivo e vegeto senza perdermi dato che mi aspetterà mezzora di camminata. Mezzora di camminata che, in realtà, sarà un’interminabile tentativo di orientarmi seguendo la cartina stampata da gugol maps (sempre sia lodato Big G). Ma siccome io ho il senso dell’orientamento di un bradipo morto, senza ombra di dubbio riuscirò a perdermi. E, nonostante tutto, non è questo (e per questo si intendono treno + metro + trenta minuti di camminata) a rendermi inquieto.

Non è nemmeno il fatto che domani debba andare con un amico alla fiera del fumetto (ovviamente in incognito e con meno di dieci euro in tasca) a rendermi inquieto. Posso sicuramente escluderlo perché l’idea è saltata fuori solo stamane. Perché “sprecare” un pomeriggio ad una fiera del fumetto se non ci sono soldi da spendere (se non per l’ingresso con cui mi fumerò comunque dieci euri)? Domanda legittima a cui spetta una risposta: dovete sapere che da un paio di settimane a questa parte, è diventata tradizione quella di trovarmi a Milano con un mio amico durante il sabato pomeriggio. Il piano originale prevedeva di imbucarsi in Feltrinelli per poter leggere in santa pace e osservare cosa leggessero gli altri tizi (in realtà, il mio amico deve finire un libro che non ha comprato l’altra volta e che non vuole comprare). Stamane, arrivata la proposta di andare a questa fiera, ho valutato a lungo (circa dieci secondi) i pro e i contro della situazione. Tenendo conto che domani Penetetto Tecimo Sesto sarà a Milano, il centro sarà intasato eccosì…Per evitare l’imbottigliamento creato dalla visita del papa e l’incontro mondiale delle famiglie, abbiamo deciso di andare in fiera dove siamo (o meglio, sono) abbastanza sicuri (ma sarebbe sicuro) di trovare una buona quantità di patasgnacchere (da leggere patas-gnacchere) in cosplay eppoi…Potrei dare fondo ai miei averi per comprare qualcosa.

Forse, a turbarmi, in realtà è qualcosa che ho già fatto. Forse, e dico forse, potrebbe essere il fatto che non sia più barba-munito per un triste incidente occorsomi e che mi ha portato ad essere un decenne (come gentilmente mi hanno ricordato ieri sera i miei amici). Ma, alla fine, dopo attente analisi arrivo a concludere che non può essere quello, anche perché già lunedì sarò di nuovo barba-munito (o almeno lo spero). In attesa di capire di cosa si trattasse, tornerò nel mio luogo felice e cercherò di ricostruire l’ordine necessario per ritrovare la pace interiore.

Questo è quanto.

Cya.

8 commenti

Archiviato in Diario, Riflessioni, Varie ed Eventuali

8 risposte a “Inquietudine e altre buffe cose

  1. Sei riuscito a scrivere un post lungo senza dire un cazzo, ti ammiro. Come cazzo fai?

    comunque ti rendi conto che domani potresti incontrare la Fuuko?! Salutala da parte mia❤

    • 1) Non è vero che non abbia detto nulla. Ho detto che:

      – Sono inquieto per un motivo sconosciuto.
      – Stasera sono a cena fuori e probabilmente mi perderò
      – Domani sarò alla fiera del fumetto

      E la Fuuko non c’è purtroppo :C

      • Fuuko :C
        Prima o poi voglio conoscerla, srsly.

        Buffo, potrei aver scritto io stesso questo post (lo stavo per fare ma ho pensato “ecchedduecoglioni”, vado a fare altro), dato che da giorni sono nel medesimo stato d’animo. O meglio, ormai ne sono uscito.
        Quella sensazione “manca qualcosa ma non so cosa”.
        Il problema è la futilità della vita.
        La soluzione è la futilità della vita.
        Alla fine, passa, come un’influenza o un virus non letale.

      • Ops, fixami “un influenza” che ho scordato l’apostrofo

  2. Fix’d.

    Un virus come il Coso Vairus. Dannato Coso Vairus.

  3. Theodore

    Te ne dò dodici, dalla foto fatta da marika

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...