Lettera (veramente scritta ma non ancora spedita) ad un partito (mai nato)

Seveso, 14 febbraio 2014

Spettabile Segretario del Partito Democratico,

Le scrivo questa lettera conscio del fatto che probabilmente non la leggerà mai. E, qualora dovesse farlo, francamente dubito le importerebbe qualcosa. Eppure sento la necessità di esprimere il mio disappunto e scoramento nei confronti di un partito che da quando ho iniziato a votare quasi cinque anni fa, mi ha sempre rappresentato tra alti e bassi, ma ora non più.

Per la prima volta in quattro anni di militanza, non riesco più a giustificarvi né a difendervi. E non voglio nemmeno farlo. Non più. Non mi riconosco in questo partito per cui ho fatto campagna elettorale, per cui ho speso tempo, energie e anche denaro. Ho difeso le vostre posizioni nei momenti più critici e difficili, anche quando non ero completamente d’accordo con le vostre scelte ma, ieri, ho raggiunto il mio limite di sopportazione.

Nel suo discorso ha citato Frost, dicendo che ha trovato due strade nel bosco e ha scelto quella meno battuta. Ha anche aggiunto che la sua decisione è ricaduta sul percorso più difficile e con maggiori insidie. Per quanto poco possa valere, mi permetto di dissentire. Dissenso, il mio, fondamentalmente basato su due elementi. Il primo motivo è legato a sue dichiarazioni riportate da tutti gli organi di stampa in cui affermava che non sarebbe giunto a Palazzo Chigi, se non attraverso elezioni… Salvo poi, in queste ore, agire in modo completamente opposto; tant’è che mentre scrivo queste righe, lei è l’unico papabile candidato alla sostituzione del Presidente del Consiglio uscente, Enrico Letta. Il secondo fattore, strettamente inerente al primo, è legato alla convinzione che lei non abbia scelto la strada più difficile, tutt’altro. Secondo me, la strada più difficile e insidiosa sarebbe stata quella delle elezioni, in seguito all’approvazione della legge elettorale a cui anche lei ha contribuito. È amareggiante vedere come un partito che porti la parola “democratico” nel nome, un partito con uno strumento unico a disposizione come quello delle primarie, rifugga le urne (massima espressione della democrazia esistente) imponendo agli altri elettori il terzo governo consecutivo in cui a decidere chi dovrà guidare il paese non saranno loro ma, una volta ancora, la classe politica. Una soluzione del genere dovrebbe essere in antitesi con tutto ciò che la democrazia rappresenta.

Quella che per lei sarà indubbiamente una vittoria, per me, invece, sarà una sconfitta. È una sconfitta perché mi sono arreso e ho smesso di credere nelle possibilità che questo partito cambi e possa cambiare le cose non solo a parole. È una sconfitta perché non ho più la forza per poter portare avanti una battaglia per i miei ideali che, ormai, non reputo più degna di continuata. Ma questa è una sconfitta anche vostra perché quegli ideali che questo partito rappresentava ai miei occhi, ormai non ci sono più. Perché il vostro potenziale, enorme, di rinnovamento è andato perdendosi col passare del tempo. Perché, per un partito, soprattutto per un partito di centro-sinistra, non riuscire a rappresentare il proprio elettorato e i suoi ideali dovrebbe essere la peggiore delle sconfitte.

E, alla fine, dopo tutte le fatiche passate e le delusioni patite non resta altro che disincanto e un senso di smarrimento per coloro che prima avevano un punto di riferimento e ora l’hanno perduto, probabilmente in modo definitivo.

Distinti saluti,

L.M.

2 commenti

Archiviato in Lettere, Politica & Società

2 risposte a “Lettera (veramente scritta ma non ancora spedita) ad un partito (mai nato)

  1. Di recente ho letto un romanzo interamente scritto sotto forma di lettera. Ne ho parlato in questo mio post: http://wwayne.wordpress.com/2014/04/07/giulio-cesare-cyberpunk/. Le mie considerazioni ti trovano d’accordo?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...