Lettera (minatoria) allo Spirito del Natale (Passato, Presente e Futuro)

Cosolandia, 24 dicembre 2013

Caro Fantasma del Natale,

Come accade ormai ogni anno da quando ero abbastanza grande da capire che pisciarsi addosso senza pannolone non era una buona idea (per quanto mi pesasse il culo alzarmi per andare in bagno) verrai a farmi visita. Gli ultimi natali sono stati un po’ tribolati (si oscilla dal “Natale di Merda” al “Natale passabile”) e anche questo non è nato sotto i migliori auspici, quindi patti chiari e amicizia lunga: Io non darò fastidio a te, durante lo spettacolino, e tu cercherai di non urtare me mentre fai il tuo lavoro.

Se su questo siamo entrambi d’accordo, diventa problematico capire come non pestarci i piedi a vicenda. Da parte mia, in trip post cenone, mi impegnerò a seguire il copione prestabilito e starò al gioco per quanto mi è possibile. Da parte tua, invece, le cose si fanno un po’ più complicate.

E quindi mi rivolgo prima a te, Fantasma dei Natali Passati. Per quanto ti possa sembrare divertente prendere le sembianze di Andreotti, sappi che non funzionerà. Dovessi farlo, rischieresti di essere preso a randellate sui tuoi incorporei denti perfetti, da un incorporeo randello. E, in generale, lascia fuori la politica da questa storia che tanto non ne capisci niente e voti partiti che non esistono più. Evita anche le mie ex (la lista è brevissima, ma comunque evita) certi errori vanno nascosti il più possibile e non è il massimo rivedersi di fronte lei, dato che è non è il massimo. (non che sia una cattiva persona, è solo brutta.)

Adesso, invece, è il tuo turno Fantasma del Natale Presente. Per qualunque motivo (a meno che non si tratti di Pippo) evita di trasformarti in un membro del PD. Davvero, evitalo. Vederti vestito da Beppe Grillo sarebbe interessante solo per sentirti dire “Vaffanculo! Sono il Fantasma del Natale Presente e tu sei gnente! Gnente! Gnente! Esci con le mani in alto e arrenditi, non voglio farti del male!”. Però, ora che ci penso, o scoppierei a riderti in faccia oppure me ne andrei, rischiando di rovinare tutta l’atmosfera quindi meglio evitare. Ti consiglio anche di saltare a piè pari il capitolo amoroso, a meno che tu non ti trasformi nella tizia della GIF che ho trovato navigando sull’internet. Ma in quel caso, comunque, avresti problemi di natura diversa. E potrebbe esserci un incontro ravvicinato del sesto tipo.

Tu, Fantasma del Natale Futuro, sei quello che più mi sta sul cazzo. Non solo trovi divertente spoilerarmi tutte le pochissime cose che seguo ancora con un briciolo di interesse ma tenti di farlo anche con la mia vita. Devo essere sincero con te, però, Inizio a dubitare che tu esista. Secondo me, sei il Fantasma del Natale Presente che mi fa fare di acidi, dato che tutte le tue visioni non sono altro che enormi e irrealizzabili “What If?” che nemmanco io o la Secsdonna o la Fatina riusciremmo ad immaginare nei nostri sogni più sconclusionati. Comunque, quest’anno evita:
– Spoiler su DottòChi
– Spoiler sulla politica
– Spoiler sul campo affettivo (non che ci sia così tanto da rovinare o svelare qui, eh…)
E… Direi basta.

Attenendoti a queste semplicissime linee guida, saremo amicissimissimi.

Con affetto,

Coso

Lascia un commento

Archiviato in Lettere

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...